Progetto casa OM

La particolare forma (ad “Africa”) di questa abitazione ci ha posti difronte ad una sfida stimolante, per quanto riguarda la suddivisione dei suoi spazi interni.
Il salone dalla forma a “V” gode di un’ottima luce naturale, grazie alla presenza di numerose finestre di diverse dimensioni, ed è impreziosito da un grande divano con chaise longue, ed un bellissimo tavolo in marmo con poltroncine annesse. La parete alle spalle del divano (caratterizzato da un’insenatura) verrà adornata da un piccolo vano porta piante e dalla presenza di tre appliques Cattelan dal raffinato stile industrial. Seguono poi due proposte per arricchire al zona relax fronte parete (in parte con oro graffiato), attrezzata comprendente la tv: o delle comode poltrone con tavolinetti o un divano dal design peculiare (che ricorda la forma di un fagiolo) dal colore intenso.
Abbiamo curato l’illuminazione decidendo di controsoffittarla, utilizzando dei faretti incassati che non saranno però consecutivi lungo tutto il perimetro della stanza, per lasciare degli spazi liberi per i binari delle tende a scomparsa, di modo da creare una giusta atmosfera soft.
Passiamo ora alla cucina: dai piccoli spazi, con angoli aperti e chiusi, ma tipicamente sartoriale.
Abbiamo deciso di lasciarla, se pur riservata, con un affaccio sul salone per esaltare il senso di continuità. La cucina è Maistri con design di Alberto Minotti: il frontale, il top e il fianco sono in Giza e caratterizzati da bordi inclinati a 45°, accostati tra loro. L’apertura dei cestoni è agevolata da una gola che, in questo caso, sarà in color tortora come i vasistas e lo zoccolo, mentre basi e colonne sono in laccato opaco. A causa delle dimensioni ristrette, come precedentemente accennato, abbiamo optato per un moderno e comodo piano snack al posto del tipico tavolo da cucina.
L’ultima proposta per la cucina prevede delle colonne ad anta rientrante come soluzione per nascondere gli elettrodomestici: forni, microonde, macchine da caffè e spazi da lavoro. Così che da chiusa, l’anta, avrà l’aspetto di una normale colonna, per un’ottima soluzione estetica senza alcun impedimento logistico. Consigliamo poi elettrometrici Samsung e per il piano top, il materiale resistente e all’avanguardia per eccellenza: il dekton.
Per finire, le luci sono regolate da due linearissimi conetti Cattelan, posizionati in cauta sopra il piano snack, e lame di luce con faretti incassati al soffitto.
La scelta dei bagni, per quanto impegnativa, rispecchia perfettamente il gusto e la necessità del cliente. Sia il bagno padronale che quello degli ospiti, non godono di un’ampia superficie, ma comunque ricca di ambienti rappresentativi.
Il bagno padronale è impreziosito da pannellature lateralmente illuminate che incrociano il sanitario e la vasca. Quest’ultima dalle linee nette e di design, è rigorosamente ad idromassaggio.
Il bagno degli ospiti ci immerge in una tipica atmosfera zen: le particolarità? la doccia grande con soffione con cromoterapia, una carta da parati vetrificata e piccole nicchie illuminate.